Mangiare bene e in sicurezza – Primo passo: una spesa attenta

In questo post..

Ecco il primo di una serie di tre articoli dedicati all’acquisto, alla conservazione e alla preparazione del cibo. La serie, aggiornata mensilmente, non può che partire dalla spesa, perché è difficile poter mangiare bene e in sicurezza se non si presta grande attenzione al tempo e ai gesti dedicati all’acquisto di ciò che arriverà sulla tavola.

Una spesa attenta e consapevole è il primo fondamentale passo verso un’alimentazione corretta che salvaguardi salute, ambiente e anche l’economia familiare.

Tutto parte dalla lista. I metodi per arrivare all’elenco finale sono diversi, ad esempio si possono annotare man mano gli alimenti che servono. Indipendentemente da come la si compila, è importante che la lista sia preparata con attenzione tenendo per esempio conto di quanti pasti si consumeranno a casa nei giorni successivi e di quanto tempo si avrà a disposizione per cucinarli. Ma l’arma più potente nelle mani del consumatore resta senza dubbio l’etichetta apposta sulle confezioni degli alimenti. Maggiori informazioni si leggono, più consapevole e corretta sarà la scelta che deve sempre tener conto di diversi dettagli: ad esempio, a volte le dimensioni della confezione possono confondere, motivo per cui è meglio controllare il peso netto/sgocciolato di un prodotto.

La spesa in sicurezza

Anche in termini di sicurezza alimentare è bene evitare una spesa “distratta” e per questa ragione gli esperti del Ministero della Salute hanno ritenuto opportuno dare qualche consiglio ai consumatori.

  • Se si acquistano prodotti facilmente deperibili (per esempio i surgelati o alimenti refrigerati) è meglio procurarsi contenitori termici per conservarli durante la spesa e fino a casa.
  • Verificare sempre lo stato delle confezioni, assicurandosi che siano integre. A parità di qualità e prezzo è meglio (per l’ambiente) scegliere gli alimenti confezionati con materiale riciclato/riciclabile.
  • Accertarsi che le confezioni dei cibi surgelati e congelati o refrigerati non siano bagnate oppure ricoperte di ghiaccio poiché questo potrebbe essere un segno di conservazione in condizioni non adeguate.
  • Controllare che il freezer del negozio/supermercato abbia un termometro e che non sia riempito oltre la linea di carico (quella linea colorata che si vede all’interno dei banchi refrigerati al di sotto della quale la temperatura è quella indicata dal termometro).
  • Non spezzare la “catena del freddo”. Uno degli errori più comuni è fare soste troppo lunghe lasciando la spesa in macchina, con il rischio di esporre alcuni alimenti a temperature non adatte alla conservazione.

 

Fonti:
Ministero della salute – Sicurezza degli alimenti.
Ministero della salute – Leggi l’etichetta e scegli l’alimento giusto.
NIH-MedlinePlus – Healthy grocery shopping.

Potrebbero interessarti anche...

Meno sale nella dieta? Attenti al pane
In questo senso il pane è sicuramente uno dei cibi maggiormente sotto osservazione, così come i prodotti da forno. È su questi alimenti che si è concentrato una studio dell’Università ...
I grassi di latte e latticini possono far calare i rischi di malattie cardiovascolari?
Oggi uno studio pubblicato su PloS Medicine prova a dare una risposta a questa domanda, andando a valutare non tanto i consumi autoriferiti, parametro potenzialmente fallace, ma piuttosto i livelli ...
Parodontite: conta il Dna ma è importante il microbiota
Genetica e microbiota La ricerca, pubblicata su International Journal of Environment and Public Health Research e coordinata da Naoki Toyama dell’Università di Okayama, parte da un punto di ...
Così il microbiota ci aiuta a regolare la pressione arteriosa
Gli studi sul microbiota, tra gli argomenti maggiormente indagati nelle ricerche sulla salute umana, presentano a volte dei risvolti che permettono di trarre semplici conclusioni in grado di ...

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter.
Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo dell’alimentazione e della salute.

Iscriviti alla newsletter
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.