Mangiare bene e in sicurezza – Primo passo: una spesa attenta

In questo post..

Ecco il primo di una serie di tre articoli dedicati all’acquisto, alla conservazione e alla preparazione del cibo. La serie, aggiornata mensilmente, non può che partire dalla spesa, perché è difficile poter mangiare bene e in sicurezza se non si presta grande attenzione al tempo e ai gesti dedicati all’acquisto di ciò che arriverà sulla tavola.

Una spesa attenta e consapevole è il primo fondamentale passo verso un’alimentazione corretta che salvaguardi salute, ambiente e anche l’economia familiare.

Tutto parte dalla lista. I metodi per arrivare all’elenco finale sono diversi, ad esempio si possono annotare man mano gli alimenti che servono. Indipendentemente da come la si compila, è importante che la lista sia preparata con attenzione tenendo per esempio conto di quanti pasti si consumeranno a casa nei giorni successivi e di quanto tempo si avrà a disposizione per cucinarli. Ma l’arma più potente nelle mani del consumatore resta senza dubbio l’etichetta apposta sulle confezioni degli alimenti. Maggiori informazioni si leggono, più consapevole e corretta sarà la scelta che deve sempre tener conto di diversi dettagli: ad esempio, a volte le dimensioni della confezione possono confondere, motivo per cui è meglio controllare il peso netto/sgocciolato di un prodotto.

La spesa in sicurezza

Anche in termini di sicurezza alimentare è bene evitare una spesa “distratta” e per questa ragione gli esperti del Ministero della Salute hanno ritenuto opportuno dare qualche consiglio ai consumatori.

  • Se si acquistano prodotti facilmente deperibili (per esempio i surgelati o alimenti refrigerati) è meglio procurarsi contenitori termici per conservarli durante la spesa e fino a casa.
  • Verificare sempre lo stato delle confezioni, assicurandosi che siano integre. A parità di qualità e prezzo è meglio (per l’ambiente) scegliere gli alimenti confezionati con materiale riciclato/riciclabile.
  • Accertarsi che le confezioni dei cibi surgelati e congelati o refrigerati non siano bagnate oppure ricoperte di ghiaccio poiché questo potrebbe essere un segno di conservazione in condizioni non adeguate.
  • Controllare che il freezer del negozio/supermercato abbia un termometro e che non sia riempito oltre la linea di carico (quella linea colorata che si vede all’interno dei banchi refrigerati al di sotto della quale la temperatura è quella indicata dal termometro).
  • Non spezzare la “catena del freddo”. Uno degli errori più comuni è fare soste troppo lunghe lasciando la spesa in macchina, con il rischio di esporre alcuni alimenti a temperature non adatte alla conservazione.

 

Fonti:
Ministero della salute – Sicurezza degli alimenti.
Ministero della salute – Leggi l’etichetta e scegli l’alimento giusto.
NIH-MedlinePlus – Healthy grocery shopping.

Potrebbero interessarti anche...

Il consumo regolare di latticini protegge gli anziani dalle fratture
A tavola, quindi, non bisogna far mancare gli alimenti che più possono rappresentare una sorgente di calcio, come il latte e i suoi derivati. Consumandoli regolarmente, e addirittura aumentandone ...
Microbiota, arterie e rischio per il cuore, quali rapporti esistono?
Ed uno studio apparso su Science dimostra che la dieta squilibrata con eccessivo introito di grassi può non solo influire sulla mucosa intestinale, ma anche influire sulle popolazioni batteriche ...
Meno sale nella dieta? Attenti al pane
In questo senso il pane è sicuramente uno dei cibi maggiormente sotto osservazione, così come i prodotti da forno. È su questi alimenti che si è concentrato una studio dell’Università ...
I grassi di latte e latticini possono far calare i rischi di malattie cardiovascolari?
Oggi uno studio pubblicato su PloS Medicine prova a dare una risposta a questa domanda, andando a valutare non tanto i consumi autoriferiti, parametro potenzialmente fallace, ma piuttosto i livelli ...

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter.
Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo dell’alimentazione e della salute.

Iscriviti alla newsletter
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.