Asma nei bambini, la chiave è (anche) nel microbiota

In questo post..

Ricerca pubblicata su Nature Medicine pone l’accento sull’importanza della popolazione batterica intestinale. Il ruolo protettivo della vita in campagna in età pediatrica sarebbe mediato dalla maturazione del microbiota nelle età più precoci della vita e quindi che il microbiota ambientale influirebbe sullo sviluppo di quello intestinale, favorendone appunto la maturazione.

La ricerca pubblicata su Nature Medicine propone una prevenzione basata sull’impiego di probiotici.
Si sa da tempo che i bambini nati in campagna, senza lo stimolo dell’inquinamento indoor ed esterno, sono meno soggetti a sviluppare asma bronchiale. Ma a fronte di queste evidenze epidemiologiche, non sono ancora ben chiari i meccanismi che possono risultare protettivi per i piccoli che crescono in una fattoria rispetto a quelli che invece diventano più grandi in città.

Su questo fronte l’attenzione sembra essere catalizzata dagli studi sul microbiota, che potrebbe giocare un ruolo sul possibile sviluppo di forme allergiche. A confermarlo è una ricerca apparsa su Nature Medicine www.nature.com/articles/s41591-020-1095-x condotta da un tema di scienziati dell’Helmholtz Zentrum e del Dr. von Hauner Children’s Hospital of Ludwig Maximilians University di Monaco di Baviera.

Gli studiosi hanno dimostrato che la vita in campagna a contatto con la natura, avrebbe un ruolo favorente lo sviluppo del microbiota nei bambini, contribuendo quindi a spiegare un possibile meccanismo all’origine del fenomeno protettivo che si rivela nei piccoli che vivono appunto in campagna. L’indagine ha preso in esame più di 700 campioni di feci di bambini, alcuni dei quali vivevano proprio in un ambiente “bucolico”, di età compresa tra i 2 e i 12 anni. Il campione è stato selezionato nell’ambito della coorte PASTURE, sostenuta dalla Commissione Europea.

Dall’analisi dei diversi patrimoni batterici fecali è emerso che il ruolo protettivo della vita in campagna in età pediatrica sarebbe mediato dalla maturazione del microbiota nelle età più precoci della vita e quindi che il microbiota ambientale influirebbe sullo sviluppo di quello intestinale, favorendone appunto la maturazione. In particolare, per quanto riguarda le popolazione batteriche coinvolte, gli studiosi hanno osservato un’associazione inversa tra la malattia respiratoria e l’acido butirrico nelle feci, concludendo che batteri come Roseburia e Coprococcus, potenzialmente in grado di stimolare la produzione di acidi grassi a catena corta, potrebbero contribuire alla protezione dell’asma.

Quindi un microbiota non perfettamente sviluppato potrebbe influire sulla genesi dell’asma e al contrario un’accelerazione nella costituzione del microbiota, come appunto si osserva nei bambini che vivono in campagna, potrebbe risultare protettiva.

Da questa osservazione possono quindi emergere anche strategie preventive che vanno oltre il vantaggio legato al parto vaginale e all’allattamento materno, la cui azione preventiva è già dimostrata. Si fa strada l’idea di una prevenzione mirata con probiotici che potrebbe influire sulla salute dell’asse “intestino-polmoni”, come sottolineano gli studiosi. Va comunque detto che è ancora tutto da definire il cocktail di probiotici che potrebbe avere significato in questo senso.

Potrebbero interessarti anche...

Bambini, più verdure nel piatto per abituarli alla sana alimentazione
“Un assaggio e poi basta”. Se per abituare i bambini a consumare regolarmente vegetali avete sempre impiegato la strategia delle piccole dosi per non avere risposte negative, è il momento di ...
Il microbiota nel bebè “disegna” il rischio obesità futura?
È un grande problema di salute pubblica, l’obesità infantile. Come una marea montante, rischia di creare le condizioni per una vera e propria epidemia non infettiva nei decenni a venire, con ...
Il microbiota del latte materno cambia per regolare difese e metabolismo
Che l’allattamento al seno sia basilare per il neonato lo dicono diversi studi, capaci di svelare alcuni aspetti importanti. Qualche esempio? Riduce l’incidenza e la durata delle ...
Svezzamento, perché l’essere umano inizia verso i sei mesi di vita
Se ne discute molto, in questo periodo. Pur se il consiglio è spesso di andare avanti con un’alimentazione mista, che preveda anche il latte materno o in alternativa quello artificiale, si parla ...

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter.
Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo dell’alimentazione e della salute.

Iscriviti alla newsletter
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.