Sport e alimentazione per un intestino più sano

In questo post..

Gli sportivi e i sedentari hanno un diverso microbiota intestinale

Tanti sono i fattori che quotidianamente influiscono sul delicato equilibrio che regola il microbiota intestinale. Alcuni stimoli possono alterarne in modo negativo la composizione, aumentando il rischio di insorgenza di patologie; altri fattori, invece, possono modificare favorevolmente la “popolazione batterica” che risiede nell’intestino.

L’impatto dello sport sul microbiota intestinale

Lo sport gioca un ruolo significativo sulla composizione del microbiota. Svolgere attività fisica, infatti, promuove la diversità dell’ecosistema intestinale, riconosciuta come condizione importante per mantenere un buono stato di salute.

Il microbiota degli sportivi, quindi, è più vario, stabile ed equilibrato: la varietà di batteri è superiore più del doppio rispetto a quella di persone in sovrappeso che non praticano sport.

La dieta dello sportivo influisce sul microbiota intestinale

Anche la dieta incide sulle caratteristiche dell’ambiente intestinale. Una dieta più sana ed equilibrata, tipica dello sportivo, aumenta la diversità del microbiota intestinale e, con essa, lo stato di salute e benessere.

copertina del libro microbiota: l'amico invisibile per il tuo benessere a tutte le età

Board
Fondazione Istituto Danone

Potrebbero interessarti anche...

Diabete di tipo 2, c’è un ruolo del microbiota?
Lo studio, che apre interessanti prospettive di ricerca e non si può ritenere conclusivo, punta proprio a chiarire questo. E permette di valutare come esistano popolazioni batteriche che, se ...
L’alimentazione a base vegetale per la salute dell’uomo e dell’ambiente, purché sia sana
Perché non tutte le diete “plant based” presentano le stesse caratteristiche positive in questa chiave: ci sono modelli che sicuramente impattano positivamente sull’ambiente ma altri che ...
Così lo stress influisce sulla richiesta di cibo
L’insostenibile peso dello stress Gli esperti americani, coordinati da Susan Carnell, hanno condotto una serie di analisi estremamente specifiche su una serie di soggetti (16 donne e 13 uomini), ...
Il disgusto per un cibo? Forse serve a proteggerci
E non solo quando si è bambini, con le scelte più facilmente condizionate anche a meccanismi selettivi, o magari in gravidanza, con le classiche “voglie”. Come si sviluppano questi ...
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.