14 Luglio 2020

Un libro per raccontare il microbiota, chiave del benessere

In questo post..

Sette grandi esperti spiegano in linguaggio semplice quanto sono importanti i batteri che vivono nell’apparato digerente, a tutte le età. Il volume, come è nella consuetudine e nel “modus operandi” della Fondazione Istituto Danone, è unico per metodologia, approccio e struttura.

Se andate a guardare le “cartine” anatomiche del corpo, tra organi, ossa, muscoli, articolazioni, vasi sanguigni, non ne troverete traccia. Ma il microbiota, ovvero l’insieme delle cellule batteriche e non solo che si trovano nell’apparto digerente, in particolare nell’ultimo tratto, deve essere considerato un vero e proprio organo. Pesa poco meno del cuore ed è composto da un numero di cellule superiori a quello del nostro corpo che le ospita. La scienza dice che questa struttura è fondamentale per il nostro benessere e per capire come mai si sviluppano vere e proprie malattie, dai processi infiammatori più classici fino alle allergie, agli stati di depressione o addirittura alle patologie cardiovascolari. Per questo motivo la Fondazione Istituto Danone, nel suo impegno mirato a diffondere le informazioni scientificamente dimostrate nell’ambito della nutrizione, ha voluto riunire sette grandi esperti al fine di fare il punto sulle conoscenze in questo settore. Dal loro lavoro, trattato in chiave divulgativa, è nato “Microbiota – L’amico invisibile per il tuo benessere a tutte le età”, (Gribaudo editore), disponibile online e in tutte le librerie. Il lavoro degli scienziati è stato coordinato da Antonio Gasbarrini, Professore di Gastroenterologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore e Direttore dell’Università Operativa Complessa di Medicina Interna e Gastroenterologia presso la Fondazione Policlinico IRCCS, Roma.

La scienza alla portata di tutti

Il volume, come è nella consuetudine e nel “modus operandi” della Fondazione Istituto Danone, è unico per metodologia, approccio e struttura. Porta la competenza degli studiosi ad affrontare in maniera organica un tema di cui si parla tanto, ma su cui la conoscenza è ancora confusa. Il microbiota cambia continuamente con il passare degli anni ed in qualche modo “dipende” dalle nostre abitudini, rappresentando una sorta di “chiave” olistica di lettura del benessere della persona. Nel volume, grazie alla collaborazione di esperti di settori diversi della medicina, si ripropongono in chiave divulgativa quanto oggi la scienza ha dimostrato, a tutte le età. Ognuno degli studiosi ha non solo contribuito con il suo punto di vista autorevole a descrivere il mondo del microbiota, ma lo ha anche affrontato declinandolo, a partire dai primi mille giorni di vita fino all’impatto dell’alimentazione e dell’attività fisica. Ovviamente non potevano mancare le correlazioni tra il microbiota ed alcune condizioni patologiche, dall’ansia fino alle allergie, passando per l’invecchiamento cerebrale e le delicate fasi di passaggio della vita di ogni persona fino alla senescenza.

Indicazione pratiche per i lettori

Il testo affronta, capitolo per capitolo, il mondo “invisibile” del microbiota, cos’è, come funziona, la sua importanza, la sua unicità, traducendo concetti scientificamente complessi in maniera semplice, in modo da avvicinare esperti e lettori in questa scoperta.

“Grazie all’impegno di Fondazione Istituto Danone, da sempre attiva nella divulgazione scientifica sui temi della nutrizione e particolarmente impegnata per contrastare con la voce della scienza le tante fake news che a volte impattano sulle scelte delle persone, oggi presentiamo un libro come questo, un progetto rivolto per la prima volta al grande pubblico che conferma la continuità della mission della Fondazione.”

spiega Lorenzo Morelli, Presidente del Comitato Scientifico di Fondazione Istituto Danone.

 “Lavorando in partnership con 7 tra i massimi esperti del loro rispettivo settore, abbiamo voluto affrontare questa tematica di grande attualità organicamente, garantendo un rigore scientifico offerto dagli esperti e una fruibilità espositiva grazie al lavoro dei curatori”.

Oltre a scoprire e conoscere il mondo del microbiota, il volume offre anche indicazioni specifiche su come cucinare una serie di ricette che permettono quotidianamente di nutrire il microbiota in modo sano.

“Nell’ambito del nostro impegno a favore della ricerca e dell’educazione in tema di sana alimentazione, con questo progetto abbiamo voluto focalizzare l’attenzione anche sul ruolo della nutrizione e degli stili di vita. É questo uno degli obiettivi storici della Fondazione, che per oltre 25 anni ha offerto informazione e formazione in ambito nutrizionale e si propone di continuare a farlo in futuro.”

L’iniziativa ha anche un importante valore in termini di sostenibilità in quanto Fondazione Istituto Danone ha deciso di devolvere tutti i proventi della vendita del libro all’Università Cattolica del Sacro Cuore per supportare attività di ricerca.

 

Potrebbero interessarti anche...

22 Ottobre 2020
La “memoria” ci porta a cercare il cibo
Siamo frutto delle nostre esperienze. E questo vale per noi intesi come singoli individui, ma anche per noi intesi come specie umana. L’uomo così come lo conosciamo oggi é frutto delle ...
25 Settembre 2020
Il consumo di alimenti lattiero-caseari che fa bene, anche al cuore.
Latte e derivati sempre in tavola possono ridurre il rischio di mortalità e di eventi cardiovascolari maggiori. È il risultato principale dello studio PURE (Prospective Urban Rural Epidemiology), ...
20 Settembre 2020
Un “secondo genoma” che arriva dai microrganismi
Un occhio al DNA: quanto è grande il genoma?1-3 Prima del sequenziamento del DNA grazie allo Human Genome Project, gli esperti di genetica pensavano che il genoma umano, ovvero l’intero ...
15 Settembre 2020
Studenti fuori sede, le abitudini a tavola
L’inizio del percorso universitario, il desiderio di esplorare nuove realtà didattiche, ma soprattutto la vita da soli dopo anni di permanenza a casa. Queste sono le sfide che si trovano ad ...
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.