L’importanza della microflora intestinale

In questo post..

Il microbiota intestinale: com’è composto, perché è importante

La microflora: come è composta

La microflora intestinale, meglio chiamata microbiota in quanto non vegetale, consiste in una vasta popolazione batterica. I batteri formano un ecosistema complesso ed eterogeneo; la maggior parte di essi risiede nella parte distale dell’intestino e sono principalmente batteri Gram negativi anaerobi.

In condizioni normali, il microbiota intestinale è costituito da diversi ceppi batterici appartenenti ai generi Bacteroides, Eubacterium, Bifidobacterium, Fusobacterium, Peptostreptococcus, e in misura minore Escherichia coli, Enterobacter e Lactobacillus, che producono una serie di molecole in grado di attivare il sistema immunitario.

Questi microrganismi contribuiscono alle funzioni protettive della cosiddetta ‘barriera mucosa’, importante sistema di difesa dell’organismo nei confronti soprattutto dei batteri patogeni presenti nell’intestino.

La microflora: perché è importante

La microflora intestinale svolge un ruolo chiave nella salute, fin dalle prime fasi di vita:

  • per il suo coinvolgimento in diversi meccanismi immunologici e fisiologici;
  • per l’assorbimento dei nutrienti.

I suoi effetti favorevoli sono numerosi:

  • interagisce direttamente con i batteri patogeni, prevenendone l’adesione e la moltiplicazione;
  • coopera con il sistema immunitario per la loro eliminazione;
  • partecipa alla formazione della barriera intestinale;
  • produce acidi grassi a catena corta1 e vitamine (specie del gruppo B e K);
  • interagisce con il sistema immunitario della mucosa.

copertina del libro microbiota: l'amico invisibile per il tuo benessere a tutte le età

Board
Fondazione Istituto Danone

  1. Metaboliti finali dei processi fermentativi che svolgono nell’uomo funzioni fisiologiche rilevanti. Esempi di queste molecole sono l’acido acetico per i muscoli, il cuore ed il cervello, l’acido propionico per la gluconeogenesi e l’acido butirrico per la nutrizione proprio delle cellule che tappezzano l’intestino.

Potrebbero interessarti anche...

Mangiamo più fibre, così “proteggiamo” il microbiota
Addirittura, in qualche modo, mangiare alimenti ricchi di fibre ed in particolare di cellulosa potrebbe rappresentare un sistema per riportare indietro nel tempo i batteri intestinali, a fronte ...
Dieta mediterranea, perché aumentare (anche di poco) i vegetali aiuta l’ambiente
In particolare, l’analisi, apparsa su Nature Food, prende in esame la transizione proteica, con il progressivo spostamento verso un maggior introito di proteine vegetali. E offre un punto di ...
Obesità, l’impatto dello squilibrio ponderale sulla salute del mondo
A segnalare questa situazione è un’interessante fotografia scattata dagli esperti dell’Imperial College di Londra coordinati da Majid Ezzati, pubblicata su The Lancet, che mette in luce come ...
Quanto pesa il microbiota nella genesi dei calcoli ai reni
Ora però appare all’orizzonte un altro potenziale elemento in grado di interferire nello sviluppo dei calcoli. Sarebbe il microbiota. Stando ad una ricerca degli esperti del Lawson Health ...
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.