Effetto dei latti fermentati su funzioni gastrointestinali e malattie respiratorie

In questo post..

Uno studio polacco ha indagato sulla correlazione tra il consumo di latti fermentati e l’incidenza di disturbi gastrointestinali e patologie respiratorie tra gli adolescenti

Oggi in commercio si trovano molti tipi di latti fermentati che contengono probiotici utili alla microflora intestinale; numerosi studi indicano che questi prodotti sono spesso consumati dagli adolescenti, una fascia di popolazione spesso soggetta sia a malattie respiratorie sia a disturbi del sistema gastrointestinale che possono provocare costipazione o diarrea.

Un gruppo di studiosi ha condotto un sondaggio su 150 teenagers: l’88% dei ragazzi ha consumato latte fermentato per oltre un anno; il 56% per almeno una volta al giorno o più volte alla settimana.

È stato osservato che l’aumento del consumo di prodotti a base di latte fermentato si correlava alla riduzione della costipazione e dell’incidenza di malattie respiratorie e di diarrea. Diversamente, un minore consumo di tali alimenti risultava in un maggiore numero di soggetti con alterazione della motilità intestinale e malattie del tratto respiratorio.

Lo yogurt è stato l’alimento consumato con maggior frequenza: il consumo regolare e frequente di latti fermentati potrebbe quindi apportare benefici alla regolazione delle funzioni gastrointestinali e diminuire l’incidenza di malattie respiratorie.

yogurt e frutta

FONTE: ‘Determing the effects of consuming fermented milk drinks on the incidence of constipation, diarrhoea and resistance to respiratory illness’.
Glibowsky P and Turczyn A. Rocz Panstw Zakl Hig 2013; 64 (4): 339-44.

Potrebbero interessarti anche...

Yogurt, la scienza spiega perché fa bene alla salute nell’età della crescita e non solo
L’analisi della ricchissima letteratura sul tema consente di fare il punto sul valore di questo alimento nell’età pediatrica. Ne emerge un quadro che esplora gli effetti positivi del consumo ...
Quanto pesa il microbiota del latte materno sul benessere del bimbo
Una risposta arriva da una ricerca italiana, condotta da esperti dell’Università di Milano e della Fondazione Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, apparsa su European Journal of ...
Arfid, non bisogna “forzare” chi non vuole alcuni cibi
Semmai, è vero il contrario, almeno stando a quanto riportano i risultati di una ricerca degli esperti dell’Università Duke, pubblicata su International Journal of Eating Disorder. L’indagine ...
Bambini, più verdure nel piatto per abituarli alla sana alimentazione
“Un assaggio e poi basta”. Se per abituare i bambini a consumare regolarmente vegetali avete sempre impiegato la strategia delle piccole dosi per non avere risposte negative, è il momento di ...

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter.
Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo dell’alimentazione e della salute.

Iscriviti alla newsletter
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.