Conoscere la corretta alimentazione

In questo post..

Secondo l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo è rappresentato dalle patologie correlate all'eccesso di peso.

Viviamo in una società obeso-genica, caratterizzata da una scarsa propensione al movimento e dall’enorme disponibilità di cibi ad alta densità calorica e, spesso, a prezzi contenuti.

Assume, quindi, fondamentale importanza un approccio serio alla nutrizione che tenga conto di tutte le variabili in grado di influire sulle dinamiche cognitive e comunicative quali: cultura, modelli estetici, emozioni e abitudini.

Purtroppo, la scienza dell’alimentazione è considerata una Cenerentola rispetto alle altre scienze chiunque si sente esperto, anche solo per il fatto di mangiare ogni giorno.

Quest’atteggiamento è facilitato dalla moltiplicazione delle fonti informative (internet, radio, tv, carta stampata), resa possibile dall’evoluzione tecnologica, senza però che gli utenti riescano a selezionare correttamente le notizie e i messaggi con cui s’interfacciano.

L’iniziativa dell’INRAN

Su queste premesse nel 2008 l’INRAN ha realizzato www.sapermangiare.mobi, il sito interattivo finanziato dal MiPAAF e destinato a giovani adulti che intendano soddisfare la voglia di conoscenza e il bisogno di consigli istituzionalmente autorevoli, scientificamente accreditati, aggiornati e scevri da interessi commerciali.

saper mangiare

L’obiettivo è di offrire gli strumenti e le informazioni per costruire sulle proprie esigenze un’alimentazione bilanciata, senza inutili privazioni, accompagnata da uno stile di vita attivo. Il sito intende raggiungere l’obiettivo con corretti contenuti declinati per differenti canali media:

  • FAQ (Frequent Answers & Questions): schede di approfondimento e Linee Guida in formato, breve ed esteso, da leggere a schermo o da stampare;
  • Servizi interattivi per la valutazione dell’adeguatezza nutrizionale di un singolo piatto o della dieta di una giornata, valutazione personalizzata di quanto, come e se bere alcolici;
  • Tutor a disposizione per la valutazione del proprio diario alimentare con mailing periodica;
  • Video fiction esplicative delle Linee Guida, basate su una specifica e autonoma sceneggiatura;
  • Esperto a disposizione sia via mail sia sulla pagina Facebook di Sapermangiare, animata ogni giorno con spunti di attualità alimentare.

Questo incrocio di diversi canali mediatici, nel 2009, ha fatto vincere al sito il premio speciale nuovi-media del concorso social-marketing e comunicazione per la salute.
Dalla nascita del sito a oggi si sono registrati più di 16.000 utenti, e tra quelli che utilizzano il tutor – “Mangio Meglio” – si sono osservati cambiamenti nella dieta che incoraggiano a proseguire su questa strada

I risultati attuali

I dati raccolti dimostrano che gli utenti, che hanno utilizzato almeno per un mese questo servizio, hanno modificato i loro consumi alimentari.
In particolare si assiste a una diminuzione dei consumi di prodotti da forno, probabilmente sostituiti dal pane, il cui consumo invece aumenta.
Risultano aumentati anche i consumi di prodotti vegetali, soprattutto legumi, e pesce.
Mentre sono calati quelli di carne, salumi e uova.
Inoltre si è registrato un netto aumento del consumo di latte e yogurt con una flessione invece, se pur lieve, nel consumo di formaggi.

Riguardo alle bevande, gli utenti del servizio, hanno nettamente aumentato il consumo di acqua, preferendola alle bevande carbonate sia zuccherate che edulcorate, mentre per quanto riguarda le bevande alcoliche il consumo migliora, spostandosi dal superalcolico alle bevande a più bassa gradazione alcolica.
Dall’elaborazione dei dati, dunque, emergono risultati incoraggianti sia per il gradimento sia per l’efficacia.
Tuttavia, nel tempo si sono evidenziati punti critici su cui si sta lavorando: un’adeguata promozione per ampliare il target, nuovi video con informazioni in pillole più adatte ai tempi del web, una chat tematica, un blog per il commento dell’attualità, il diario dell’attività fisica con il confronto tra calorie assunte e bruciate.
Infine, lo sviluppo di un’APP per Smartphone, al fine di rendere sempre più agevole e immediato l’utilizzo dei servizi offerti dal sito.
Per saperne di più: www.sapermangiare.mobi

A cura del Dott. Andrea Ghiselli
Direttore di Ricerca
Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione del CRA, Roma

Comitato Scientifico
Fondazione Istituto Danone

Potrebbero interessarti anche...

L’alimentazione “Plant Based” aiuta a prevenire il diabete
La ricerca presenta caratteristiche di estremo interesse scientifico perché non si è rivolta esclusivamente alla qualità degli alimenti introdotti dai soggetti che hanno partecipato allo studio, ...
Quanto pesa il microbiota del latte materno sul benessere del bimbo
Una risposta arriva da una ricerca italiana, condotta da esperti dell’Università di Milano e della Fondazione Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, apparsa su European Journal of ...
L’importanza di una alimentazione sostenibile per prevenire il rischio cardiovascolare. Influenza dei fattori socio-economici
L’ultima prova in questo senso viene da una ricerca condotta degli esperti dell’Università statale della Pennsylvania, pubblicata su Journal of Hypertension, che mostra un incremento del ...
Il microbiota della bocca regola la salute delle mascelle
Il legame tra batteri e benessere osseo Lo studio è stato condotto dagli esperti dell’Università della Carolina del Sud, guidati da Chad M. Novince, ed è stato pubblicato su Journal of ...

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter.
Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo dell’alimentazione e della salute.

Iscriviti alla newsletter
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.