Lo yogurt, un alleato nella lotta al sovrappeso

In questo post..

Diversi studi osservazionali pubblicati di recente e provenienti dalle più disparate aree geografiche del mondo sono arrivati alla medesima conclusione: il consumo di yogurt riduce il rischio di sovrappeso e obesità. Questo beneficio è evidente quando si confronta chi consuma grandi quantità di questo alimento, con chi ne fa un uso ridotto: i primi sono in genere significativamente più magri dei secondi. Merito delle proprietà intrinseche dello yogurt, ma anche del fatto che chi ne fa uso è in genere più attento alla propria alimentazione, che risulta più ricca e bilanciata. Va sottolineato come i benefici dello yogurt sulla linea non sono solo estetici, poiché l'obesità è un noto fattore di rischio per malattie quali diabete, infarto e ictus

L’aumento dell’incidenza di obesità è allarmante in tutto il mondo. Il problema è particolarmente rilevante in Nord America e nei Paesi industrializzati. Secondo il National Institute of Health (Stati Uniti) nella maggior parte degli adulti di età compresa tra i 18 e i 49 anni il peso corporeo aumenta di 0,5-1 kg l’anno. Il problema interessa sempre più anche bambini e adolescenti: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità più di 40 milioni di bambini sotto i cinque anni di età erano sovrappeso nel 2011, rendendo l’obesità infantile una delle questioni di salute pubblica più gravi del 21° secolo. Ciò che preoccupa i medici di tutto il mondo è il fatto che il sovrappeso non è solo un problema estetico, ma rappresenta un noto e importante fattore di rischio per numerose malattie metaboliche e cardiovascolari.

Più snelli e sani con lo yogurt

Lo yogurt, però, potrebbe essere un valido e piacevole alleato di medici e cittadini nella lotta all’emergenza obesità. Numerosi studi osservazionali hanno dimostrato, infatti, che lo yogurt è associato a un ridotto rischio di aumento di peso nel tempo. Di recente, per esempio, sono stati pubblicati i risultati dello studio Framingham Heart Study, nel quale un ampio campione di adulti è stato tenuto in osservazione dal 1991. Si è scoperto che chi mangiava 3 porzioni di yogurt a settimana dimezzava il suo aumento di peso rispetto al resto della popolazione, riducendo del 15% l’aumento del girovita.

lo yougurt è un alimento che aiuta a mantenersi sani e in forma

I benefici del consumo di yogurt sono evidenti fin dall’infanzia. Lo studio europeo HELENA, condotto in 9 Paesi del Vecchio Continente tra i quali l’Italia, ha evidenziato come il consumo di yogurt in bambini e adolescenti sia associato a un ridotto peso corporeo e, cosa più importante, a un minor rischio cardiovascolare.

Chi mangia yogurt, mangia meglio

Non è ancora stato stabilito con chiarezza quale sia il meccanismo d’azione “anti-obesità” dello yogurt. Una cosa, però, è risaputa: chi mangia yogurt, in genere, ha un’alimentazione complessivamente più sana ed equilibrata, che potrebbe contribuire a ridurre il rischio di aumentare di peso. Diversi studi condotti in Francia, per esempio, hanno dimostrato che i grandi consumatori di yogurt (più di 6 vasetti a settimana) hanno un’alimentazione nutrizionalmente migliore e più varia rispetto a chi di yogurt ne consuma poco (0-3 vasetti a settimana). Uno studio statunitense, inoltre, ha evidenziato che nelle donne che consumano yogurt l’apporto di proteine, calcio, potassio e vitamina D è migliore rispetto a chi non ne fa uso.

Conclusioni

Lo yogurt sembra quindi essere un valido alleato di chi desidera tenere il proprio peso corporeo sotto controllo: le evidenze che supportano questa teoria sono sempre più numerose e provengono ormai da ogni parte del mondo. Questo beneficio va ad affiancare gli altri effetti preventivi associati al consumo di yogurt, quali la riduzione del rischio di malattie come il diabete, l’ictus e le malattie cardiache.

Evidenze-Sc_THM

Board Fondazione Istituto Danone

Potrebbero interessarti anche...

Quanto pesa il microbiota nella genesi dei calcoli ai reni
Ora però appare all’orizzonte un altro potenziale elemento in grado di interferire nello sviluppo dei calcoli. Sarebbe il microbiota. Stando ad una ricerca degli esperti del Lawson Health ...
Malattie infiammatorie intestinali: l’assunzione di più verdure e pesce fin da piccoli potrebbe ridurne il rischio
A questa grande messe di conoscenze ora si aggiunge un ulteriore studio, che va ad esplorare il potenziale impatto della dieta ad un anno di età sullo sviluppo futuro di malattie infiammatorie ...
Bambini in vacanza, occhio all’alimentazione
Ma Natale, come Capodanno, deve durare un giorno. Quindi, anche per i bimbi, riprendere le buone abitudini è facile. Diversa è la situazione nelle vacanze estive: anche se si gioca, si corre, ci ...
Per un microbiota vario e sano via libera a frutta e verdura
Basti pensare che nello stomaco e nell’intestino tenue si va da 100 a 100.000 batteri per millilitro di contenuto intestinale, mentre nel colon si arriva a 100-1000 miliardi di germi per grammo. ...
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.