Gli elementi funzionali: utilità per la salute

In questo post..

Prebiotici e probiotici sono chiamati alimenti funzionali perché possono apportare benefici sulla salute che vanno oltre la semplice nutrizione

Funzionali’ sono alimenti contenenti sostanze in grado di apportare benefici su una o più funzioni dell’organismo al di là delle valenze nutritive; essi quindi devono rispondere a specifiche caratteristiche e devono dimostrare di avere effetti positivi che vadano oltre le proprietà nutrizionali. Nello specifico, la loro azione deve contribuire a:

  • migliorare lo stato di salute e di benessere;
  • ridurre il rischio di malattia.

Esempi di cibi funzionali sono:

  • alimenti contenenti acidi grassi omega-3;
  • preparati addizionati di steroli vegetali per favorire l’abbassamento dei valori di colesterolo nel sangue;
  • alimenti contenenti antiossidanti;
  • prodotti lattiero caseari arricchiti in batteri probiotici.

Gli alimenti funzionali: probiotici e prebiotici

Gli alimenti definiti probiotici sono cibi a cui vengono aggiunti batteri vivi in grado di apportare benefici. In particolare:

  • aiutano a migliorare l’equilibrio della microflora intestinale;
  • aiutano a migliorare gli effetti della flora batterica sul benessere dell’organismo.

Gli alimenti prebiotici sono cibi a cui vengono aggiunte sostanze non digeribili dall’uomo, come l’inulina, che hanno proprietà benefiche. In particolare:

  • aiutano il benessere dell’organismo stimolando la crescita di particolari batteri che promuovono lo sviluppo di un microbiota favorevole.

Board
Fondazione Istituto Danone

Potrebbero interessarti anche...

Diabete di tipo 2, c’è un ruolo del microbiota?
Lo studio, che apre interessanti prospettive di ricerca e non si può ritenere conclusivo, punta proprio a chiarire questo. E permette di valutare come esistano popolazioni batteriche che, se ...
L’alimentazione a base vegetale per la salute dell’uomo e dell’ambiente, purché sia sana
Perché non tutte le diete “plant based” presentano le stesse caratteristiche positive in questa chiave: ci sono modelli che sicuramente impattano positivamente sull’ambiente ma altri che ...
Così lo stress influisce sulla richiesta di cibo
L’insostenibile peso dello stress Gli esperti americani, coordinati da Susan Carnell, hanno condotto una serie di analisi estremamente specifiche su una serie di soggetti (16 donne e 13 uomini), ...
Il disgusto per un cibo? Forse serve a proteggerci
E non solo quando si è bambini, con le scelte più facilmente condizionate anche a meccanismi selettivi, o magari in gravidanza, con le classiche “voglie”. Come si sviluppano questi ...
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.