Frutta e verdura, mai rinunciare

Quando non oppongono subito un rifiuto convinto, il loro sguardo suggerisce la domanda “ma devo proprio.?” La maggior parte dei bambini, d’altra parte, non ama la frutta e ancora meno la verdura. E molte volte i loro stessi genitori non danno il buon esempio o non insistono a sufficienza, facendo magari ricorso a qualche ricetta più accattivante e gustosa del tradizionale piatto di insalata o di una mela mangiata a morsi. Su questo tutti i nutrizionisti sono d’accordo: frutta e verdura non dovrebbero mai mancare dalla tavola e non sono soggette a particolari limitazioni.

La loro importanza nutrizionale è legata a numerosi effetti benefici per la salute. Innanzitutto esse apportano sali minerali, come potassio e magnesio, e microelementi indispensabili all’organismo, quali rame, zinco, selenio e manganese. Un secondo motivo è il contenuto in fibre (un adulto dovrebbe assumerne 30 grammi al giorno, pari per esempio a una colazione con cereali, a un piatto di insalata e un paio di mele) che, non potendo essere degradate, vengono eliminate immodificate, svolgendo una triplice azione vantaggiosa: richiamano acqua, rendendo le feci più morbide, stimolano l’attività contrattile del tubo digerente, contrastando in questo modo la stitichezza e promuovono lo sviluppo di una flora batterica ottimale, anch’essa determinante per l’equilibrio dell’intestino. Un terzo aspetto da considerare è rappresentato dal senso di gratificazione: gli alimenti vegetali, grazie alla loro maggiore corposità e consistenza, danno infatti uno stimolo più intenso e precoce in termini di sazietà e riducono la quantità di cibo e quindi le calorie introdotte a ogni pasto.

A questo concorre anche il fatto che gli zuccheri della frutta, avendo una struttura chimica complessa, vengono assorbiti più lentamente dello zucchero contenuto nei dolci e fanno sì che la glicemia, cioè la concentrazione del glucosio nel sangue, tenda a rimanere costante, anziché avere sbalzi improvvisi che possono risvegliare l’appetito. Un’alimentazione sana non può quindi prescindere dagli alimenti vegetali, punta di orgoglio della cucina mediterranea, che non dovrebbero mai mancare dalla tavola in tutte le fasce d’età.

Potrebbero interessarti anche...

Obesità, l’impatto dello squilibrio ponderale sulla salute del mondo
A segnalare questa situazione è un’interessante fotografia scattata dagli esperti dell’Imperial College di Londra coordinati da Majid Ezzati, pubblicata su The Lancet, che mette in luce come ...
Malattie infiammatorie intestinali: l’assunzione di più verdure e pesce fin da piccoli potrebbe ridurne il rischio
A questa grande messe di conoscenze ora si aggiunge un ulteriore studio, che va ad esplorare il potenziale impatto della dieta ad un anno di età sullo sviluppo futuro di malattie infiammatorie ...
Bambini in vacanza, occhio all’alimentazione
Ma Natale, come Capodanno, deve durare un giorno. Quindi, anche per i bimbi, riprendere le buone abitudini è facile. Diversa è la situazione nelle vacanze estive: anche se si gioca, si corre, ci ...
Per un microbiota vario e sano via libera a frutta e verdura
Basti pensare che nello stomaco e nell’intestino tenue si va da 100 a 100.000 batteri per millilitro di contenuto intestinale, mentre nel colon si arriva a 100-1000 miliardi di germi per grammo. ...
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.