Breve guida sui latti fermentati: quali sono e come si chiamano

In questo post..

Funzionali, probiotici e prebiotici sono tipologie diverse di latte fermentato

Il latte fermentato che conosciamo meglio è lo yogurt, fermentato con 2 microrganismi, il Lactobacillus delbrueckii subsp. bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus; tuttavia, in commercio si trovano altri tipi di latti fermentati prodotti dalla fermentazione di batteri diversi da quelli specifici dello yogurt, anche in associazione con questi.

Quali?

  • I latti fermentati probiotici: contengono batteri vivi e vitali che favoriscono effetti benefici, ad esempio la difesa da altri microrganismi, la regolazione del microbiota intestinale, il potenziamento del sistema immunitario.
  • I latti fermentati prebiotici: contengono sostanze non digeribili dall’intestino (ad esempio, inulina, galatto-oligosaccaridi, lattulosio) che arrivano intatte nel colon dove possono promuovere la crescita e/o l’attività di uno o più batteri del microbiota.
  • I latti fermentati funzionali speciali, sono così definiti perché ad essi vengono aggiunte alcune sostanze capaci di esercitare attività utili per la salute dell’organismo, come i fitosteroli, che riducono l’assorbimento di colesterolo.

Potrebbero interessarti anche...

Il consumo regolare di latticini protegge gli anziani dalle fratture
A tavola, quindi, non bisogna far mancare gli alimenti che più possono rappresentare una sorgente di calcio, come il latte e i suoi derivati. Consumandoli regolarmente, e addirittura aumentandone ...
Microbiota, arterie e rischio per il cuore, quali rapporti esistono?
Ed uno studio apparso su Science dimostra che la dieta squilibrata con eccessivo introito di grassi può non solo influire sulla mucosa intestinale, ma anche influire sulle popolazioni batteriche ...
Meno sale nella dieta? Attenti al pane
In questo senso il pane è sicuramente uno dei cibi maggiormente sotto osservazione, così come i prodotti da forno. È su questi alimenti che si è concentrato una studio dell’Università ...
I grassi di latte e latticini possono far calare i rischi di malattie cardiovascolari?
Oggi uno studio pubblicato su PloS Medicine prova a dare una risposta a questa domanda, andando a valutare non tanto i consumi autoriferiti, parametro potenzialmente fallace, ma piuttosto i livelli ...

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter.
Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo dell’alimentazione e della salute.

Iscriviti alla newsletter
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.