Quello che i normopeso fanno (e non fanno)

In questo post..

Tante le informazioni raccolte dagli esperti d’oltreoceano in uno speciale registro scritto da adulti “in forma” per aiutare chi lotta contro la bilancia.

Si chiama “Global Healthy Weight Registry” ed è un registro ideato e gestito dai ricercatori statunitensi del Cornell Food and Brand Lab per cercare di scoprire quali sono i comportamenti e gli atteggiamenti di chi è normopeso. Per raccogliere informazioni utili al loro scopo, gli esperti della Cornell hanno chiesto ad adulti sani e normopeso, appunto, di iscriversi al registro e di rispondere ad alcune domande relative allo stile di vita e alla routine quotidiana.

Ecco quali sono, in sintesi, gli atteggiamenti e i comportamenti rilevati. Il 96% fa colazione, il 50% si pesa almeno una volta a settimana, il 65% mangia vegetali a cena ogni giorno e il 44% sceglie la frutta come snack.

Ma ci sono anche cose che gli intervistati normalmente non fanno. Per esempio il 74% di essi non si è mai messo a dieta o lo ha fatto solo raramente e il 42% fa esercizio almeno 5 giorni a settimana. “Pochi tra gli intervistati si sottopongono a diete restrittive, la maggior parte di loro mette in pratica atteggiamenti salutari come non saltare la colazione e preferire la qualità alla quantità” dice Brian Wansink, direttore del Food and Brand Lab che poi conclude: “Chi lotta contro i chili di troppo dovrebbe provare a inserire tra le proprie abitudini quelle indicate nel registro per scoprire che non è sempre difficile raggiungere il peso forma e mantenerlo”.

Fonte:
Cornell Food and Brand Lab.

Potrebbero interessarti anche...

La cronobiologia del microbiota impatta sul rischio di obesità e diabete?
L’ileo rappresenta la parte finale dell’intestino tenue, prima del cieco, con cui inizia l’intestino crasso. Nell’ileo, i nutrienti vengono estratti dal cibo liquefatto; nel ...
Tumore del colon-retto, il ruolo del microbiota
È il microbiota intestinale, che potrebbe giocare un ruolo nei rapporti esistenti tra l’alimentazione e lo sviluppo delle forme tumorali. Ora si comincia a capire anche quali sarebbero gli ...
L’allenamento del gusto aiuta a ridurre il sale negli alimenti
È l’ipotesi esplorata in una ricerca condotta all’Università del Kentucky, condotta su poco meno di 30 persone, mirata proprio al controllo dell’introito di cloruro di sodio. Lo studio è ...
Così il microbiota umano ha imparato dai batteri dell’Oceano
Una risposta, molto interessante sul piano scientifico, viene da una ricerca dell’Università di Michigan pubblicata su Cell Host & Microbes, coordinata di Nicholas Pudio. Batteri in continua ...
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.