Fondazione Istituto Danone disegna i contorni scientifici della transizione proteica

In questo post..

Presentato a Roma il quindicesimo volume della Collana ITEMS, dal titolo “Transizione proteica. Varietà nelle scelte alimentari per la salute dell’uomo e del pianeta”.

Le abitudini stanno cambiando. Leggendo la ricerca condotta da GFK i cibi ricchi di proteine sono esplosi nel 2022, con una crescita da maggio a settembre 2022 del 28,5%. A testimoniarlo è una ricerca condotta da GFK, che segnala come il tema delle proteine e del ruolo sempre più ampio per questi macronutrienti di origine vegetale nell’alimentazione, a tutte le età. Ed è proprio dall’analisi di quanto la scienza propone sul tema di una nutrizione “Plant Based” che prende il via il quindicesimo volume della collana ITEMS, che propone un occhio di attenzione non solo alla salute umana, ma anche alla sostenibilità delle scelte alimentari in ambito proteico, per il singolo e per l’ambiente.

Il volume è stato realizzato grazie al contributo di Elisabetta Bernardi, Biologa Nutrizionista e Docente del Corso di Perfezionamento in Nutrizione Umana dell’Università di Bari, Assunta Filareto, Ingegnere Ambientale socia e membro del Consiglio di Amministrazione della società Life Cycle Engineering SpA, Andrea Ghiselli, Specialista di Medicina Interna già Presidente della Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione, Maurizio Muscaritoli, Professore Ordinario di Medicina Interna e Direttore UOC di Medicina Interna e Nutrizione Clinica dell’Università Sapienza di Roma, e Michele Sculati, Medico Specialista in Scienze dell’Alimentazione e Docente presso l’Università degli Studi di Pavia e Milano Bicocca – Scuola di Medicina e Chirurgia; con la prefazione di Lorenzo Morelli, Direttore Dipartimento di Scienze e Tecnologie Alimentari per una Filiera agro-alimentare Sostenibile, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza e Cremona, Presidente del Comitato Scientifico di Fondazione Istituto Danone.

Scarica il volume “Transizione proteica” della collana ITEMS

 

Potrebbero interessarti anche...

Mangiamo più fibre, così “proteggiamo” il microbiota
Addirittura, in qualche modo, mangiare alimenti ricchi di fibre ed in particolare di cellulosa potrebbe rappresentare un sistema per riportare indietro nel tempo i batteri intestinali, a fronte ...
Dieta mediterranea, perché aumentare (anche di poco) i vegetali aiuta l’ambiente
In particolare, l’analisi, apparsa su Nature Food, prende in esame la transizione proteica, con il progressivo spostamento verso un maggior introito di proteine vegetali. E offre un punto di ...
Obesità, l’impatto dello squilibrio ponderale sulla salute del mondo
A segnalare questa situazione è un’interessante fotografia scattata dagli esperti dell’Imperial College di Londra coordinati da Majid Ezzati, pubblicata su The Lancet, che mette in luce come ...
Quanto pesa il microbiota nella genesi dei calcoli ai reni
Ora però appare all’orizzonte un altro potenziale elemento in grado di interferire nello sviluppo dei calcoli. Sarebbe il microbiota. Stando ad una ricerca degli esperti del Lawson Health ...
Logo Nutripedia
Alimentazione e covid-19: posso aiutare il mio bambino a difendersi dall’infezione?
È vero che un’alimentazione senza glutine è più sana per tutti i bambini?
Ultimi mesi di gravidanza: per evitare di prendere troppo peso vanno eliminati i carboidrati?
Visita il sito Nutripedia

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.