Apri il Menu
Apri il Menu cerca nel sito
Dal 1991 ha come obiettivo la diffusione della cultura dell'alimentazione elegata alla salute

Gli esperti USA aggiornano le linee guida alimentari

Tante informazioni dalle ricerche più recenti e tanti buoni consigli su come migliorare la propria alimentazione quotidiana nell’ultima versione delle linee guida

Gli esperti USA aggiornano le linee guida alimentari

La recente pubblicazione delle Dietary Guidelines for Americans, le linee guida statunitensi ufficiali in materia di alimentazione, aggiorna la versione del 2010 ampliando lo sguardo ben oltre il singolo alimento che si porta in tavola. “È più importante spiegare l’importanza di adottare abitudini alimentari globali sane che ben si adattano allo stile di vita e alle preferenze di ciascuno piuttosto che dare indicazioni troppo precise su dosi e porzioni dei singoli alimenti da consumare” spiegano gli esperti che hanno redatto il documento, ricordando che è l’impatto della dieta generale a influire sulla salute e non il singolo nutriente o la singola pietanza. Sulla base di queste premesse, le linee guida forniscono alcune raccomandazioni di massima: lo zucchero aggiunto (che si trova anche in molti cibi “insospettabili”) deve rappresentare meno del 10% delle calorie totali giornaliere e lo stesso vale per i grassi saturi, mentre il sodio sia esso naturalmente presente negli alimenti sia esso aggiunto a tavola o in cucina, non deve superare i 2,3 grammi al giorno (nemmeno 6 grammi di sale, pressappoco un cucchiaino da caffè). In cosa consiste un regime alimentare sano? Niente di sconvolgente: vegetali di ogni genere, frutta (meglio se con la buccia), cereali (almeno la metà dei quali integrale), latte e latticini a basso contenuto di grassi, diverse fonti di proteine (pesce, uova, carni preferibilmente magre e pollame, legumi, frutta secca in guscio, prodotti derivati dalla soya). E tra gli esempi di regimi alimentari “buoni per la salute” citati dagli esperti a stelle e strisce non poteva certo mancare la tradizionale dieta mediterranea.

 

Bibliografia:

U.S. Department of Health and Human Services and U.S. Department of Agriculture.
2015-2020 Dietary Guidelines for Americans. 8° Edizione, 2015.

torna su